Storia

L’Associazione è sorta il 14 gennaio 1984 con il nome di “Polisportiva Monalese”, con primo Presidente il Cav. Bolla Giuseppe, il quale era allora anche il Sindaco di Monale. La società incominciò le proprie attività con il tradizionale sport del Tamburello, poiché esisteva una squadra di giovani, il cui elemento di spicco era Paolo Cerrato, che aveva vinto nell’anno precedente il torneo di serie D. Allora il pubblico tamburellistico monalese era ancora molto numeroso nel seguire le partite, e la squadra tutta locale era una bella attrattiva da vedere la domenica. Il rag. Campia Carlo ne era il direttore tecnico. Il campo da gioco era già stato realizzato nuovo a fianco del cimitero. Si aggiunsero da subito le Bocce, per cui si realizzò 4 giochi bocce a fianco del campo di Tamburello, grazie alla manodopera gratuita di alcuni vecchi monalesi. Alla fine del 1984 diventava presidente il dr. Marchiò Giorgio, il quale è rimasto in carica sino ai nostri giorni.
Furono realizzati alcuni altri impianti sportivi e venne realizzato l’edificio della Canonica parrocchiale, dove grazie al Parroco Don Vincenzo, la Pro Loco mise a punto il salone e le strutture della sala della cucina, ancora in uso, onde ospitare le manifestazioni culinarie ed eventuali manifestazioni culturali e ricreative e le riunioni. La Pro Loco ha annualmente organizzato il Carnevale con sfilata dei carri allegorici e gruppi mascherati.
Alle attività sportive si aggiunse l’Equitazione, che poteva contare su un ben nutrito gruppo di appassionati del cavallo monalesi e dei paesi limitrofi. Per anni, sino al 95, fu organizzata la Giostra del “Pitu” sul terreno sovrastante il campo di tamburello, e una giostra nel Castello monalese.
Ma la forza della Associazione stava nel gruppo delle cuoche e dei camerieri, formanti la sezione gastronomica, la quale iniziò nel 1985 con una memorabile cena d’estate nel giardino del Castello.
Da allora alcune di queste persone, come Gallo Rosalba, Anna Ceste, Rosy Denk, Mossino Mariuccia, Soria Rosangela, continuano a essere il riferimento gastronomico della Pro Loco nelle varie manifestazioni. La Polisportiva Monalese cominciò a gestire e a incrementare l’attività sportiva giovanile del Tamburello. Nel 1991 fu vinto il primo titolo italiano Pulcini, con allenatore Basso Emilio. A seguire ogni anno sino al 1998 fu sempre vinto un titolo italiano, o Pulcini o Allievi. Intanto anche l’attività adulti Tamburello cresceva, grazie ad appassionati come Dino Appiano, Grattapaglia Giulio, Scaiola Gino, Mairano Carlo, e sempre nel 1991 si vinse il titolo italiano di Serie B Tamburello.
Anche l’attività culturale e ricreativa ebbe impulso. Fu organizzata una sezione teatrale, furono organizzate delle mostre, dei convegni, dibattiti, incontri.
Nel 1998 la Società Sportiva si trasformava in Pro Loco, mantenendo e incrementando le attività. Nello statuto si dà risalto alle finalità turistiche e alle tradizioni del Paese.
Dopo una parentesi di quattro anni, nel 2002, l’attività giovanile monalese riusciva nuovamente a emergere in campo nazionale, grazie all’apporto del prof. Binello Vittorio di Revigliasco, vincendo due titoli italiani, uno indoor Pulcini a Itri nel Lazio, e l’altro Allievi open ad Asti.
Nel 2003 è stato vinto il titolo italiano pulcini open. L’anno scorso sono stati acquisiti due titoli italiani indoor, allievi e pulcini, a Gaeta e il titolo di vicecampione open allievi.
Nel 2005 e nel 2006 sono stati vinti 2 titoli per anno nella specialità indoor: allievi maschili e pulcini maschili. All’aperto si sono distinte le ragazze con il titolo di vicecampionesse open pulcine 2006.
Nel 2007 le nostre squadre giovanili hanno dato una grossa impronta del loro valore. A marzo sono stati acquisiti tre titoli italiani tamburello indoor con le categorie maschili: pulcini (under 14), allievi (under 16), juniores (under 18). I titoli italiani sono stati vinti a Itri, nel Lazio il 25 marzo.
A settembre ancora due titoli italiani, questa volta all’aperto, conquistati dalle compagini monalesi pulcini under 14, maschile e soprattutto femminile. Entrambi i titoli sono stati vinti in San Pietro in Cariano, provincia di Verona, il 2 settembre. A Medole, nel Mantovano, la squadra juniores si aggiudicava il titolo di vicecampione della categoria, perdendo dal Sommacampagna di Verona.

Oggi il gruppo giovanile di Tamburello, iscritto alla F.I.P.T. e registrato presso il C.O.N.I., conta sulla presenza di 12 squadre giovanili maschili e femminili, con circa 75 elementi maschi e femmine, dai 6 ai 18 anni, e 6 allenatori.
Importante è anche la sezione Bocce con almeno 25 tesserati, che puntualmente ogni sabato e domenica si incontrano sui quattro campi di gioco della nostra associazione.

La Gastronomia è in ogni caso la sezione più consistente della Pro Loco, presente in ogni manifestazione monalese, conta su un numero di circa 30 persone.
L’appuntamento della Bagna Calda monalese, in gennaio, per la nostra Associazione è quello più caratteristico nel corso di ogni anno, viene realizzato nel salone parrocchiale: da anni è giudicata la migliore fra quelle realizzate nei dintorni. Dal 2005 sono in progresso prenotazioni da Torino, Milano, Alessandria, Genova. Dal 2007, e lo stesso nel 2008, la manifestazione viene effettuata nei due ultimi “week-end” del mese di gennaio.
Un’altra festa importante, a metà giugno, è la “Festa delle Rose”, ove è posto risalto alla tradizione del ballo a palchetto in piazza, e all’antico sapore della festa paesana. Tutte le sere sono coinvolte delle orchestre importanti. Anche la gastronomia è parte della festa. La cucina è posta in un angolo della piazza, con i forni e i tavoli. Viene innalzata una struttura sotto la quale può prendere posto il pubblico, che può così assaggiare le specialità monalesi, dai dolci alle braciole, dagli agnolotti alla lingua in salsa e le verdure grigliate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *